.
Annunci online

ladanzadelleemozioni
emozionandosi al ritmo della natura..
 
 
 
 
           
       



per rinfrescarvi la memoria..




°Amo°
amo...essere amata, amo l'amore in tutte le sue facce, il rumore del vento fra le fronde degli alberi, amo la musica, l'arte in ogni sua forma,le emozioni, Guccini, amo la birra, amo il buon cibo, un gattino col pelo stropicciato, un uomo che si sveglia accanto a me, un tramonto sul lago, la brezza di primavera, le foglie rosse d'autunno, la neve sui tetti l'inverno...amo l'estate, i paguri, il sole e le nuvole..e l'erba in ogni suo genere:-)amo le nuove esperienze, il rischio, le cose nuove, amo gli uomini..e amo il contatto, le carezze, adoro i baci....e amo giocare..vivo per ridere,osservare, stupirmi, ballare cantare ed amare..amo la felicità e amo la vita perchè mi rende felice...ma soprattutto amo parlare..e scrivere..

image hosting

image hosting

°Odio°
odio la superficialità, la falsità..odio le cose appiccicose, le rape rosse, i miei padroni di casa, berlusconi, le fighette menose, odio chi si basa solo sull'aspetto fisico senza sapere cosa si perde..odio chi mi giudica, odio le doppie facce, odio l'afa, odio sudare, le cose interrotte a metà, gli addii, i rimpianti, i vestiti che non mi entrano, fare shopping e vedere le taglie che non vanno oltre la 48..odio l'indifferenza, odio le guerre e i prepotenti, odio l'impotenza di fronte alle ingiustizie..odio la storia passata, odio la matematica, e odio chi commercializza l'arte..odio il calcio, odio i ragazzetti che parlano solo di vagina mai vista, soldi e calciatori...e odio la noia.

blog layout

blog layout

°Ascolto°
ascolto qualunque cosa faccia stare bene la mia mente...ascolto il rumore della pioggia, delle onde infrangersi sugli scogli..ascolto la poesia fatta a musica, ascolto il cuore di chi amo, il respiro di lui mentre dorme..la mia gatta russare..ascolto la mia testa...ascolto il silenzio e le note della mia fantasia..



°Leggo°
poesia..storie d'amore, tutto ciò che mi da emozione










image hosting


ECCOMI QUI..



























..............


Google
Yahoo
ilcannocchiale




adopt your own virtual pet!
adopt your own virtual pet!
adopt your own virtual pet!
adopt your own virtual pet!
adopt your own virtual pet!
adopt your own virtual pet!

 
27 febbraio 2007






Unforgettable..




permalink | inviato da il 27/2/2007 alle 23:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

27 febbraio 2007



Il mio occhio s'è fatto pittore ed ha tracciato
L'immagine tua bella sul quadro del mio cuore;
il mio corpo è cornice in cui è racchiusa,
Prospettica, eccellente arte pittorica,
Ché attraverso il pittore devi vederne l'arte
Per trovar dove sia la tua autentica immagine dipinta,
Custodita nella bottega del mio seno,
Che ha gli occhi tuoi per vetri alle finestre.
Vedi ora come gli occhi si aiutino a vicenda:
I miei hanno tracciato la tua figura e i tuoi
Son finestre al mio seno, per cui il Sole
Gode affacciarsi ad ammirare te.
Però all'arte dell'occhio manca la miglior grazia:
Ritrae quello che vede, ma non conosce il cuore



Benito Aguzzoli - La danza dell'amore saffico




Farò della mia anima uno scrigno
per la tua anima,
del mio cuore una dimora
per la tua bellezza,
del mio petto un sepolcro
per le tue pene. 
Ti amerò come le praterie amano la primavera,
e vivrò in te la vita di un fiore
sotto i raggi del sole.
Canterò il tuo nome come la valle
canta l'eco delle campane;
ascolterò il linguaggio della tua anima
come la spiaggia ascolta
la storia delle onde.





Ti amo dolce amore...
la tua nocciolina hahah







permalink | inviato da il 27/2/2007 alle 22:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

27 febbraio 2007

TI AMO..





Il giorno più bello della mia vita..un giorno in cui le insicurezze danno vita ad una realtà meravigliosa, acquistando peso, e forza, e tanto amore.
Non sto a farmi domande su me stessa, su cosa ho voluto e vorrei...su come sono, e su cosa prediligo.
Ma oggi so e sono certa di cosa voglio.
La voglio con me giorno per giorno..passo dopo passo nel cammino della mia vita, insieme, con le difficoltà e ai momenti di gioia..
Ho provato emozioni mai vissute prima..la dolcezza più limpida e pura che potesse esistere..i brividi più veri che mi abbiano mai percorso il corpo ed il cuore..
Sono felice...e amo...e credo proprio che amerò per sempre..perchè le cose vere e meravigliose non finiranno mai..anche se tutto finisce, i sentimenti veri sono eterni..
per sempre noi....
ti amo




permalink | inviato da il 27/2/2007 alle 22:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

8 febbraio 2007






Solo il tuo cuore ardente
e niente più.
Il mio paradiso un campo
senza usignolo né lire,
con un fiume discreto
e una fontanella.
Senza lo sprone del vento
sopra le fronde
né la stella che vuole
essere foglia.
Una grandissima luce
che fosse lucciola
di un'altra,
in un campo di
sguardi viziosi.
Un riposo chiaro
e lì i nostri baci,
nèi sonori dell'eco,
si aprirebbero molto lontano.
Il tuo cuore ardente,
niente più.






permalink | inviato da il 8/2/2007 alle 22:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

8 febbraio 2007


The image “http://www.strangedays.it/aliendream/foto-aliendream/cernnunos.jpg” cannot be displayed, because it contains errors.



Marzia con tutto il bene che ti voglio..in bocca al lupo! Prego gli dei per te..
ti voglio bene sorellona!





permalink | inviato da il 8/2/2007 alle 22:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

4 febbraio 2007





Caro blogghino, eccomi tornata dal lago..sono state due giornate meravigliose, praticamente primaverili, grazie alle quali ho potuto ricaricare le energie perdute in città..
Mi stupisce ogni giorno di più quanto sia spropositamente aumentata la mia attenzione per la natura e quanto maggiormente la apprezzo rispetto a prima.
Amo la natura, e quando il sole riscalda tutto sembra che la vita raggelata dall'inverno ricominci a prendere forma e colore..
Sentire il sole sulla pelle ed una brezza piacevole che te l'accarezza è stupendo, confortante e dolcissimo..
L'unica nota cattiva del fine settimana a Colico è stato il compleanno della Lindhouse andato un po' a remengo..
Probabilmente è inutile unire per forza una volta all'anno persone che non c'entrano minimamente una con l'altra, magari con un intento buono, ma che alla fine può capitare che rovini tutto..
Non ho fatto altro che sentire parlare di scarpe borse soldi e superficialità...Mi dispiace per la mia Lindi che si è trovata in difficoltà ed era triste..per fortuna io con lei festeggio ogni volta che siamo insieme, che è un divertimento continuo..insieme non ci annoieremo mai..un rapporto meraviglioso, qualcosa di più dell'amicizia che nemmeno noi riusciamo a spiegare..ne godiamo i frutti felicemente senza porci tante domande..
ti voglio bene Linda!
Notte blogghino...baci baci baci
ciau
-Ami-




permalink | inviato da il 4/2/2007 alle 22:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

2 febbraio 2007





permalink | inviato da il 2/2/2007 alle 18:45 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

2 febbraio 2007

imbolc..









 


E' giunto tempo di luce...




permalink | inviato da il 2/2/2007 alle 16:1 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

29 gennaio 2007





Amici alberi
quanti siete
e quanti volete essere
siete troppi
per un uomo solo
lascerò marcire
i vostri frutti sui rami
li lascerò cadere
uno ad uno
solo con quelli che restano
farò un'orgia di piacere
berrò di gusto il vostro succo
che disseta più di ogni bibita
mi voglio impiastricciare
la bocca le mani
voglio sentire la polpa
colarmi addosso
sulla barba
sulle braccia
sugli stracci che porto
voglio sentirmi appiccicoso
voglio leccarmi come un gatto
voglio inebriarmi del vostro profumo
voglio cantare il vostro sapore
come inno all'amore




permalink | inviato da il 29/1/2007 alle 18:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

29 gennaio 2007








Sono stufo di vedere gli uccelli appollaiati
sui tralicci della luce
e sotto di loro un campo di frutta
coi tronchi deformi
perché se ne stiano bassi
con file interrotte da zocche
di alberi morti
Basta con questo suolo tartassato
Basta alle speculazioni dei mercanti

Voglio un vero bosco
non i simboli della natura
piante sempreverdi
alte
belle
poderose
dove non solo uccelli
ma anche ricci lepri serpi talpe
tornino a fare il loro nido

Voglio sentire il loro canto
il loro brusìo
il loro fruscìo
voglio sentirli bisbigliare
di giorno e di notte
voglio che mi torni la paura del buio
il terrore del lupo
voglio sentire una natura minacciosa
voglio giocare con gli animali
che razzolano in libertà
voglio salutare le streghe
scienziate di erbe magiche

Datemi il vero verde
datemi tutte le sue sfumature
datemi il bruno delle cortecce
di monumenti secolari
leccio faggio larice
l'olmo e la mitica quercia
ma anche il pino e l'abete
e il rubino che punge
vi voglio attorno a me
voglio sentirvi respirare
voglio respirare il vostro alito

voglio un vero bosco





permalink | inviato da il 29/1/2007 alle 18:42 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

29 gennaio 2007

piccole riflessioni..



Da piccola ho sempre pensato esistesse un principe azzurro..un uomo destinato a noi, un principe del quale tracciavo nella mia testa i lineamenti, i particolari più afascinanti e fantasticavo sulla mia vita con lui..per anni ho cercato di capire dove potesse essere quel principe che tanto avevo immaginato e che non ritrovavo accanto a me, tanto da vedere il mio ragazzo come un estraneo..mi sono affidata ingenuamente alla fantasia senza pensare che magari ciò che avevo poteva regalarmi tanta felicità..delineavo forme, movimenti parole che erano soltanto frutto della mia mente..e non riflettevo sul mio futuro reale..ed ecco che inaspettatamente, soprattutto grazie alla mia nuova vita comincia la consapevolezza di me stessa e di ciò che mi circonda...ecco che improvvisamente ho visto la mia felicità, una serenità costituita dalle piccolezze, piccolezze che non calcolavo troppo presa a sognare in grande..ecco che allora mi rende felice accarezzare la fronte di chi amo, mi riesce più facile rilassarmi ed emozionarmi..e mi riesce facile apprezzarmi di più ed apprezzare la mia vita anche, perchè no, accontentandomi di essa..davo tutta la colpa alla vita della mia infelicità, quando invece me la creavo da sola e la vita invece era lì, ad aspettare che mi accorgesssi di quanto bella è..

amo e sono amata, affronto le mie giornate col buonumore..quello vero e non quello di facciata, mi godo ogni attimo di vita e gestisco le mie energie al meglio..mi inglobo nella natura e nella sua divinità e assaporo ogni giorno i doni che lei mi offre..ecco che a piccoli passi comincio a stare bene..a piccoli passi rispetto finalmente me stessa e chi mi ama..sono fiera di me!^-^




permalink | inviato da il 29/1/2007 alle 18:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

25 gennaio 2007




Non sono nulla, non posso nulla, 

non perseguo nulla.
Illuso, porto il mio essere con me.
Non so di comprendere, 
né so se devo essere, 
niente essendo, ciò che sarò.
A parte ciò, che è niente, un vacuo vento
del sud, sotto il vasto azzurro cielo
mi desta, rabbrividendo nel verde.
Aver ragione, vincere, possedere l'amore
marcisce sul morto tronco dell'illusione.
Sognare è niente e non sapere è vano.
Dormi nell'ombra, incerto cuore.
.
Fernando Pessoa





permalink | inviato da il 25/1/2007 alle 18:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

24 gennaio 2007






Dea come mi piace la mia vita!
E come amo le emozioni..
Fare ciò che amiamo, avere soddisfazioni, amare, sentire un amico che non sentivi da molto e che ti emoziona da morire..
un amico lontano che vorresti sposare se fosse vicino a te..
un'anima così libera e pulita che ti impazzisce la testa..
ben tornato angelo..










permalink | inviato da il 24/1/2007 alle 23:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

24 gennaio 2007




OGGI MI SENTO MANGA..




permalink | inviato da il 24/1/2007 alle 0:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

24 gennaio 2007





permalink | inviato da il 24/1/2007 alle 0:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

24 gennaio 2007





permalink | inviato da il 24/1/2007 alle 0:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

24 gennaio 2007





permalink | inviato da il 24/1/2007 alle 0:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

24 gennaio 2007





permalink | inviato da il 24/1/2007 alle 0:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

24 gennaio 2007





Valli di nebbia, fiumi tenebrosi
e boschi che somigliano alle nuvole:
poi che tutto ? coperto dalle lacrime
nessuno pu? distinguerne le forme.
Enormi lune sorgono e tramontano
ancora, ancora, ancora ...
in ogni istante
della notte inquiete, in un mutare
incessante di luogo.
E così
spengono la luce delle stelle
col sospiro del loro volto pallido.
Poi viene mezzanotte sul quadrante lunare
ed una più sottile delle altre
(di una specie che dopo lunghe prove
fu giudicata la migliore)
scende giù,
sempre giù, ancora giù,
fin quando
il suo centro si posa sulla cima
di una montagna, come una corona,
mentre l'immensa superficie,
simile a un arazzo,
s'adagia sui castelli
e sui borghi (dovunque essi si trovino)
e si distende su strane foreste,
sulle ali dei fantasmi, sopra il mare,
sulle cose che dormono e un immenso
labirinto di luce le ricopre.
Allora si fa profonda - profonda! -
la passione del sonno in ogni cosa.
Al mattino, nell'ora del risveglio,
il velo della luna si distende
lungo i cieli in tempesta e,
come tutte le cose,
rassomiglia ad un giallo albatro.
Ma quella luna non è più la stessa:
più non sembra una tenda stravagante.
A poco a poco i suoi esili atomi
si disciolgono in pioggia: le farfalle
che dalla terra salgono a cercare
ansiose il cielo e subito discendono
(creature insoddisfatte!) ce ne portano
solo una goccia sulle ali tremanti.







permalink | inviato da il 24/1/2007 alle 0:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

21 gennaio 2007






Dolce notte.....




permalink | inviato da il 21/1/2007 alle 0:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

21 gennaio 2007






ODE AL GATTO - Pablo Neruda

Gli animali furono
imperfetti,
lunghi di coda, plumbei
di testa.
Piano piano si misero
in ordine,
divennero paesaggio,
acquistarono nèi, grazia, volo.
Il gatto,
soltanto il gatto
apparve completo
e orgoglioso:
nacque completamente rifinito,
cammina solo e sa quello che vuole.
L'uomo vuol essere pesce e uccello,
il serpente vorrebbe avere ali,
il cane è un leone spaesato,
l'ingegnere vuol essere poeta,
la mosca studia per rondine,
il poeta cerca d'imitare la mosca,
ma il gatto
vuole solo essere gatto
dai baffi alla coda,
dal fiuto al topo vivo,
dalla notte fino ai suoi occhi d'oro.
Non c'è unità
come la sua,
non hanno
la luna o il fiore
una tale coesione:
è una sola cosa
come il sole o il topazio,
e l'elastica linea del suo corpo,
salda e sottile, è come
la linea della prua di una nave.
I suoi occhi gialli
hanno lasciato una sola
fessura
per gettarvi le monete della notte.
Oh piccolo
imperatore senz'orbe
conquistatore senza patria,
minima tigre da salotto, nuziale
sultano del cielo
delle tegole erotiche,
il vento dell'amore
all'aria aperta
reclami
quando passi
e posi
quattro piedi delicati
sul suolo,
fiutando,
diffidando
di ogni cosa terrestre,
perché tutto
è immondo
per l'immacolato piede del gatto.
Oh fiera indipendente
della casa, arrogante
vestigio della notte,
neghittoso, ginnastico
ed estraneo,
profondissimo gatto,
poliziotto segreto
delle stanze,
insegna
di un
irreperibile velluto,
probabilmente non c'è
enigma
nel tuo contegno,
forse non sei misterioso,
tutti sanno di te ed appartieni
all'abitante meno misterioso,
forse tutti si credono
padroni,
proprietari, parenti
di gatti, compagni,
colleghi,
discepoli o amici
del proprio gatto.
Io no. Io non sono d'accordo.
Io non conosco il gatto.
So tutto, la vita e il suo arcipelago,
il mare e la città incalcolabile,
la botanica,
il gineceo coi suoi peccati,
il per e il meno della matematica,
gl'imbuti vulcanici del mondo,
il guscio irreale del coccodrillo,
la bontà ignorata del pompiere,
l'atavismo azzurro del sacerdote,
ma non riesco a decifrare un gatto.
Sul suo distacco la ragione slitta,
numeri d'oro stanno nei suoi occhi.





permalink | inviato da il 21/1/2007 alle 0:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

20 gennaio 2007



Wicca




permalink | inviato da il 20/1/2007 alle 23:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

20 gennaio 2007






Torna una ragazza nuova. Sono finiti i problemi, sono finite le paranoie ed è cominciata la felicità. Basta pensare sempre di non essere felice, ma è giunta l'ora di essere convinti sempre della propria felicità, e questa volta lo sono. Frequento un corso bellissimo, ho nuovi amici fantastici, e ho nuove speranze, e qualcosa di puro e genuino non rivisitato e soprattutto naturale e non monopolizzato in cui credere. Sono felice, so che ora tutte le mie debolezze le posso affrontare, so che ora riesco a riconoscere la mia energia e a farne uso..so che ora posso contare su me stessa e che posso davvero stare tranquilla e vivere bene.
Sono pronta per una nuova era della mia vita, un'era fatta di serenità e consapevolezza e di volontà..eccomi tutta nuova per te!
baciotti...ciau
-ami-










permalink | inviato da il 20/1/2007 alle 23:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

19 ottobre 2006




Dolcissima notte..




permalink | inviato da il 19/10/2006 alle 23:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa

19 ottobre 2006


Anche i poeti amano il
silenzio




permalink | inviato da il 19/10/2006 alle 23:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

19 ottobre 2006


 CATULLO, Carmina.
"Odi et amo "


Odi et amo. Quare id faciam, fortasse requiris.
Nescio, sed fieri sentio et excrucior.



Odio e amo. Forse chiederai come sia possibile.
Non lo so, ma è proprio così e mi tormento.




"Non ho mai capito tanto bene cosa volesse dire Catullo fino ad ora"
odio e amo anche io






permalink | inviato da il 19/10/2006 alle 23:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa

10 ottobre 2006




Tutto si è sistemato a quanto sembra..ma forse solo all'apparenza...qualcosa dall'altra parte è morto ed ora la fatica ad andare avanti non c'è più da parte sua, e tutto mi sembra ancora più doloroso della separazione.
Non avrei mai pensato che un sentimento potesse essere tanto forte, soprattutto quando ti accorgi di aver quasi provocato la perdita della persona che ami..
E' troppo difficile per me pensare di dividere colui che amo con qualcun'altro, preferisco addirittura perderlo piuttosto di sapere che i momenti speciali che passo con lui sono gli stessi che lui passa con qualcun'altro, è odioso!
Ma i danni quando si fanno sono incancellabili, non si può mai tornare indietro purtroppo.
Conviene stare zitti ed incassare il colpo, si, conviene così.
Quindi cercherò di soffrire in silenzio, il silenzio più possibile.
Tanto è impossibile convincere una persona che non ti ama a farlo, ed è troppo umiliante cmq.
La vita è così, un giorno va bene e un giorno no. Ciao blogghino, un bacio grande,
-Amanda-




permalink | inviato da il 10/10/2006 alle 20:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

4 ottobre 2006





permalink | inviato da il 4/10/2006 alle 18:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (8) | Versione per la stampa

4 ottobre 2006





permalink | inviato da il 4/10/2006 alle 18:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

4 ottobre 2006





Perdonami
Gli esseri umani sono imperfetti commettono sbagli, anche non volendo... ma il sorriso del perdono ci aiuta a non sbagliare più.
Non so se il tuo cuore riuscirà mai a guarire la ferita che io stessa gli ho inferto, ma ti giuro che il mio bene riempirà la tua vita e il tuo corpo e ogni angolo del tuo cuore e della tua anima per il resto dei miei giorni, perchè anche se ho dimostrato il contrario ti voglio bene...e poi....
non c'è rosa senza spine.. nel nostro rapporto ci siamo già punti troppo spesso.. potremmo iniziare a godere del profumo dei petali?





permalink | inviato da il 4/10/2006 alle 18:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


 

Ultime cose
Il mio profilo

il mio blog part 1
margi
marghe
giovanni



me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

   
sfoglia     gennaio